Sabah

Bookmark and Share

Viene spesso chiamato “Terra sottovento”, perché si trova sotto la cintura dei tifoni. Il Sabah si trova sulla fascia orientale del Borneo del nord, ed è il secondo stato più esteso della Malesia con una superficie di 74.500 kmq.

Il Sabah si affaccia ad ovest sul Mar Cinese Meridionale, ad est sul Mare Sulu e di Celebes, per una linea costiera complessiva di 1,440 km. Il Sabah è di conformazione montuosa, con foreste tropicali, ed ha una popolazione di quasi 2 milioni di persone, composta da 32 comunità etniche diverse. La capitale è Kota Kinabalu, che sorge su un fertile territorio di bassopiano dove si concentra gran parte dell’attività commerciale e amministrativa. Inoltre, è un punto di transito della Malesia, con voli diretti per il Brunei, Hong Kong, Filippine, Singapore, Corea del Sud, Indonesia e Taiwan.

Kota Kinabalu possiede alcuni paesaggi molto belli, fatti di un cielo sempre blu, mare verde smeraldo su cui si spendono tramonti stupendi e in lontananza montagne avvolte dalla foschia. Nel 9° secolo DC il Sabah era governato da diversi capi tribù che in genere mantenevano il potere sui territori separati. Nel 15° secolo divenne un vassallo del Sultano del Brunei. Nel 1704, il Sultano del Brunei cedeva la terra a est della baia di Marudi al Sultano del Sulu. Intorno ai primi anni del 1880, un commerciante americano di nome Moses ottenne dal Brunei il diritto sul Sabah. Questo diritto passò poi ad Alfred Dent, un inglese, che fondò la North Borneo Chartered Company nel 1881, firmò un trattato con il Brunei e Sulu convertendo il diritto in cessione, la British North Borneo Chartered Company mantenne il controllo fino all’occupazione giapponese. Dopo la seconda guerra mondiale, il Sabah divenne parte della British Crown Colony. Nel 1963, ottenne l’indipendenza e si unì alla Malesia. Le tre principali popolazioni del Sabah sono i Kadazan-Dusun, i Murut e i Bajau.

I Kadazan-Dusun rappresentano un terzo della popolazione totale, e vivono nelle pianure interne. Vivono principalmente di coltivazioni di riso, anche se molti si sono avventurati in altri settori. I Murut vivono nelle regioni interne ai confini con il Sarawak e il Kalimantan, sono agricoltori e cacciatori. Molti vivono ancora nelle long house. I matrimoni dei Murut sono molto elaborati, accompagnati da lunghe feste e celebrazioni. I Bajaus rappresentano il secondo maggior gruppo indigeno, e vivono principalmente sulle coste orientali e occidentali. I Bajaus della costa ovest sono agricoltori e abilissimi addestratori di cavalli, tanto da essere soprannominati “i cowboy dell’Est” e aggiungono un tocco di colore alle festività del Sabah.